SEREN

La nascita

L'essenza del SEREN

   

Il Seren e’ un racconto netto e chiaro della semplicità di un  matrimonio fra Terra, Vitigno Moscato bianco e Clima.

Il suo nome deriva  dal periodo della raccolta quando le giornate serene hanno l’importante compito di far giungere le uve di Moscato Bianco alla loro completa maturazione e una volte appassite, regaleranno dolci e grandi emozioni.

Seren, già sinonimo di serenità,  insieme all’ attesa fa coronare sapori ed emozioni senza tempo.

Espressione di un vino e antitesi di un prodotto unico ed inimitabile.

Mito piemontese che vuole diventare leggenda mondiale.

Verso la creazione del MITO

 

La produzione di questo vino è iniziata nel 1997 e sin dal primo giorno tutte le gioie e dolori sono state trascritte a mano in oltre 500 pagine. Ogni sfumatura chiaroscura incontrata nel percorso intrapreso sono il segno tangibile e conferma che, come in ogni grande e memorabile storia,  nulla accade per caso e ogni annata e momento vissuto, hanno contribuito alla nascita di una diVina natura.

L’essenza del Seren è  scolpita su imponenti pietre di marmo bianco a simboleggiare la grandiosità e nobiltà del Seren:

 

Il teatro della Natura:                                                                La Cultura raduna pensieri: 

Terra, Spirito, Luce                                                                    Paesaggio, incontro fra Terra e Cielo                                                                                                               Emozioni diventano Poesia

 

VITIGNO:

Moscato bianco 100%

 

CARATTERI ORGANOLETTICI:

 

Colore: giallo dorato con riflessi che tendono all’ ambra e al miele.

 

Profumo: intenso di mela cotogna cotta, fichi, fiori di tiglio, miele d’acacia e uvetta.

 

Gusto: succoso equilibrio di freschezza e morbidezza.

Grazie al riposo in bottiglia la bocca viene accarezzata e avvolta da morbidi sapori di confettura dolce che persiste nel retrogusto di mandorla bianca e vermouth.

 

ABBINAMENTI GASTRONOMICI:

 

Vino dolce aromatico da abbinare con i dolci a fine pasto. Ottimo se accompagnato da formaggi  molto stagionati e piccanti.

 

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 8-10° C

 

GRADO ALCOLICO: 14,5 Vol%

 

FORMATI BOTTIGLIA: 375 ML e 1,5 ML 

MOSCATO PASSITO SEREN DOCG

 

 

ZONA DI PRODUZIONE:

Le uve destinate alla produzione di questo vino provengono da vigneti con oltre 30 anni di età con esposizione a Sud nel comune di Alba nella località di Madonna di Como

 

COLTIVAZIONE DEL VIGNETO:

Vigne coltivate con sistema Guyot, su colline che vantano ottima pendenza ed esposizione che garantiscono l’adeguato monte ore di calore e luce per la completa maturazione degli acini. I terreni sono di tipo calcareo e sabbiosi.

 

APPASSIMENTO E RACCOLTA:

Nella seconda decade di luglio si effettuano le operazioni di defogliamento per consentire alla luce e all’aria di raggiungere tutti i frutti. Si lascia alla natura il compito di far comparire la botritys nobile. Senza le operazioni di diradamento e relativo taglio del capo a frutto la linfa continua a circolare garantendo  cosi il raggiungimento della più alta concentrazione zuccherina in 15 giorni, pari a quella di un Sauternes francese. Questa genera l’ appassimento naturale dell’uva in concomitanza delle giornate di caldo di fine settembre.

 

VINIFICAZIONE ED AFFINAMENTO:

La vendemmia è manuale e la minuziosa selezione degli acini, parti di grappoli e grappoli colpiti da botritys nobile, avviene tra la fine di ottobre e la meta di novembre.

La fermentazione è ad opera di lieviti selezionati e si protrae lentamente per 3-4 settimane, talvolta mesi,  per una prima parte in barrique per poi proseguire in vasche di acciaio.

Il mosto cosi ottenuto ha una concentrazione molto alta con più 400 gr/l  di zuccheri naturali (35/37 Mostimetro Babo).

A fermentazione ultimata il vino viene conservato per più anni e solo dopo almeno 4 anni di affinamento, imbottigliato.

 

Dal 2006 la vinificazione avviene mediante l’uso di sole vasche in acciaio e i risultati ottenuti confermano la produzione di un vino in cui l’ esaltazione degli aromi tipici del vitigno autoctono sono uno degli elementi che contribuiscono a rendere sublime il Moscato Passito Seren.